C’era una volta la netiquette.

La netiquette, ossia il Galateo della Rete, è rimasto l’ultimo baluardo per tutti quegli internauti che si sono avvicinati a Internet tra la fine degli anni ‘90 agli inizi degli anni 2000; si tratta di un insieme di regole per conservare e rispettare le risorse di rete e collaborare con gli altri utenti nel rispetto reciproco. Pochi semplici principi, come quello di non utilizzare il maiuscolo se non strettamente necessario (scrivere maiuscolo è come urlare), compilare sempre il campo “oggetto” nell’invio di una mail, evitare di interagire con gli altri utenti restando nell’anonimato, ecc., che si possono consultare per interno nel famoso documento RFC1855.

Purtroppo nell’era di facebook e dei social network in generale, sembra che tutti abbiano dimenticato le “buone maniere”, così addio netiquette e addio sani principi del web.

Per provare a ristabilire un ordine e un po’ di sana educazione, ecco 10 semplici regole per stare sui social in maniera corretta:

  1. Sii te stesso: usa il tuo vero nome e la tua vera foto. Una volta iscritto cerca di interagire con la comunità: è buona regola esser presenti rispondendo ai messaggi in posta privata, seguendo gli amici e soprattutto condividendo ciò che hai da dire. Se non ne hai il coraggio allora cancella il profilo evitando di far numero inutilmente e, per favore, non utilizzare account fake per spiare, in clandestino, amici e conoscenti.
  2. Se vuoi aggiungere amici che non hai mai incontrato di persona o che conosci alla lontana invia un paio di righe di presentazione spiegando perché vuoi essere suo amico e non dimenticare che puoi sempre seguire i suoi post pubblici senza essere necessariamente amico.
  3. E’ buona regola usare un linguaggio chiaro e semplice senza messaggi criptici (come i conti alla rovescia!), evita di utilizzate la bacheca pubblica come una chat e, se devi dire qualcosa d’importante o parlare di lavoro, non utilizzare i social: per queste cose esiste la posta elettronica. Inoltre, non intrometterti nelle discussioni altrui se non per portare valore o per aggiungere informazioni che abbiano un senso.
  4. Cerca di non condividere compulsivamente qualsiasi cosa ti passi per la testa, evita le catene di Sant’Antonio e lo spoiler di libri, film o serie tv. Il rischio è di essere bannati!
  5. L’invio di messaggi privati a mille persone contemporaneamente è decisamente sconsigliato perché tutti quelli che risponderanno intaseranno la posta tua e di tutti i destinatari del messaggio. Inoltre, cerca di evitare i tag compulsivi creati solo per portare traffico: è preferibile aggiungere persone ai post solo se pertinenti. La stessa cosa vale anche per i tag in foto: è odioso trovarsi taggati insieme a mille sconosciuti e dover pure sorbirsi tutti i loro commenti!
  6. A proposito di foto, prima di caricarne una, rifletti su chi potrà vederla. Non pubblicare foto in cui i tuoi amici sono ritratti in atteggiamenti imbarazzanti o che potrebbero essere fraintesi.
  7. Per pubblicizzare un evento esiste la sezione “Eventi”. Facebook è un ottimo strumento promozionale, ma troppi inviti rischiano di sortire lo stesso effetto di una casella di posta intasata di spam. Inoltre, se organizzi un evento a Catania, evita di invitare i tuoi amici di Milano, non solo non verranno, ma non gli farà piacere ricevere l’invito!
  8. Sappi che non tutti amano giocare e, comunque, non è detto che vogliano giocare ai tuoi stessi giochi, per cui evita di imbrattare la bacheca dei tuoi amici con le notifiche delle applicazioni o di inondarli di richieste.
  9. Non usare troppi hashtag! È fastidioso, non serve a nulla ed è anche esteticamente deprecabile!
  10. I retweet o le condivisioni non si chiedono, soprattutto alle persone che non si conoscono. Spesso si ricorre agli “influencer” per chiedere di promuovere questo o quel servizio. La promozione è pubblicità, advertising…nessuno la farà gratis! Inoltre, chiedere a qualcuno di diffondere un messaggio non è il massimo dell’eleganza!

Vi viene in mente qualche altra regola da proporre? Fatecelo sapere!

Summary
Article Name
C’era una volta la netiquette: i 10 comandamenti dei social
Description
C’era una volta la netiquette: i 10 comandamenti dei social
Author
Publisher Name
Signorelli & Partners
Publisher Logo

Pin It on Pinterest

Share This